Sito di advisoring per famiglie

Difendiamo i nostri bambini

Immagino che chi ha visto la puntata di report del 24 Ottobre 2016 sarà rimasto sconvolto a scoprire che i limiti di tollerabilità di sostanze dannose come  Bisfenolo A e Ftalati (presenti nelle plastiche), dichiarate dall’EFSA, agenzia europea, sono di fatto basati su calcoli fatti su un uomo adulto di 60 kg e non sui bambini.

Queste sostanze chimiche, dette anche interferenti endocrini, assomigliano ad ormoni umani e possono creare gravi problemi alla salute se assunte col cibo. E si trovano in sostanza nelle plastiche, che le cedono agli alimenti con cui vengono in contatto (vaschette e sacchetti di plastica, pellicole, contenitori, rivestimenti antiaderenti malconci, bottiglie di plastica…). Il servizio di report sottolineava come la conservazione dei prodotti imballati in plastiche, durante la distribuzione ed il trasporto possano entrare a contatto con queste sostanze (per esposizione al sole o altre fonti di calore, per esempio) …

Il Ministero della Salute  qualche anno fa aveva divulgato un opuscolo per spiegare i rischi di queste sostanze, non solo nel cibo, ma anche nei giocattoli: “Gli ftalati sono prodotti chimici che vengono aggiunti alle materie plastiche per migliorarne la flessibilità e la modellabilità. Sono sostanze tossiche per la riproduzione, soggette a restrizione europea: il loro utilizzo non è consentito a concentrazioni superiori allo 0,1%, né nei giocattoli, né negli articoli destinati all’infanzia; il motivo della restrizione è dovuto al pericolo di esposizione che può derivare dal masticare o succhiare per lunghi periodi di tempo oggetti che contengono ftalati.  … Nelle bambole, concentrazioni variabili di ftalati sono anche presenti nelle braccia e nelle gambe; si tratta evidentemente di parti che, durante il gioco, possono venire facilmente a contatto con la bocca delle bambine. …Non sono immuni da questo tipo di rischio neanche i giochi da spiaggia, dai braccioli al coccodrillo gonfiabile (Cipro) o i giochi per il bagnetto notificati dalla Spagna. …Anche gli articoli di cartoleria per la scuola, accattivanti, colorati, profumati, possono contenere ftalati: matite, pennarelli, plastilina colorata, gomme per cancellare, zainetti, astucci etc. ”

Al giorno d’oggi evitare la plastica è quasi impossibile, ma cerchiamo di limitarne assolutamente l’uso, insegnamo ai nostri bambini a non mettere le cose in bocca … e come suggeriva il servizio di report, evitiamo di usare i contenitori di plastica per cucinare al microonde.

Noi ci proviamo: limitiamo al minimo l’uso di bimbite in bottiglie di plastica, niente plastica nel microonde e  … vietato ciucciarsi le gambe delle Barbie!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi